SEI IN > VIVERE BASILICATA > POLITICA
comunicato stampa

Autonomia, Basilicata chiede una quota di energia prodotta da rinnovabili

1' di lettura
16

In considerazione del notevole impegno della Basilicata nel perseguimento dell’obiettivo della transizione energetica, sarebbe auspicabile garantire che una quota dell’energia prodotta da impianti connessi alle fonti energetiche rinnovabili, insistenti sul territorio lucano, possa essere adeguatamente riconosciuta alla Basilicata, con politiche di compensazione ambientale, così come avviene per quelle derivanti dalle estrazioni delle concessioni minerarie, risorse che hanno poi garantito l’erogazione del “gas gratis a tutti i lucani”.

L’obiettivo è applicare la medesima “filosofia” anche all’energia elettrica. La richiesta del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, è contenuta in una lettera al ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, in vista del prossimo Consiglio dei ministri in cui si discuterà del decreto-legge sulle semplificazioni in tema di Pnrr. Per l’assessore regionale all’Ambiente ed energia, Cosimo Latronico “l’iniziativa del presidente Bardi si inserisce nel dibattito in corso sull’autonomia, evidenziando quanto sia fondamentale - attraverso una proficua interlocuzione con il governo centrale - tentare di restituire ai cittadini una parte delle risorse energetiche prelevate sul territorio”.

La richiesta avanzata dalla Regione Basilicata deriva da fatto che, accanto alla previsione di una procedura abilitativa semplificata per la realizzazione di impianti fotovoltaici di potenza fino a 50 MW, si prevede un impegno a cedere al Gestore dei servizi energetici, per almeno 15 anni, l’energia prodotta dagli impianti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-02-2023 alle 12:17 sul giornale del 13 febbraio 2023 - 16 letture






qrcode