Ha usato l’intelligenza artificiale per monitorare le alluvioni: premiata ricercatrice Unibas

2' di lettura 19/10/2022 - POTENZA - Un metodo basato sull'intelligenza artificiale per trasformare le fotocamere, gli smartphone e i sistemi di videosorveglianza in sensori di monitoraggio per intense precipitazioni piovose e alluvioni, soprattutto negli ambiti urbani, e poter quindi allertare i cittadini nel minor tempo possibile.

È l'obiettivo della tesi della ricercatrice Unibas Nicla Notarangelo, premiata dall'Accademia pugliese delle Scienze. LA RICERCATRICE SI È CLASSIFICATA PRIMA NELLA COMPETIZIONE 3A3M Notarangelo, che ha svolto il dottorato in Ingegneria per l'innovazione e lo sviluppo sostenibile dell'Università degli studi della Basilicata, è stata la prima classificata della competizione 3A3M, indetta dall'Accademia pugliese delle Scienze per i neo dottori di ricerca che hanno conseguito il titolo negli anni 2021 e 2022, provenienti dalle università e politecnici di Puglia, Basilicata e Molise, lavorando su diverse aree tematiche quali scienze applicate, scienze di base, scienze economico-giuridiche, scienze mediche e della vita, scienze umanistiche. NOTARANGELO: "TESI NASCE DALLA NECESSITÀ DI MITIGARE EVENTI ALLUVIONALI" La tematica trattata nella tesi, con un caso studio a Matera, "è oggi molto attuale - ha spiegato Notarangelo - e nasce dalla necessità di mitigare eventi alluvionali, specie in ambito urbano, per i quali è necessario disporre di un sistema di osservazione pluviometrica adeguata che consenta di allertare i cittadini nel minor tempo possibile. In questo senso, la proliferazione di dati continuamente aggiornati e reperibili dal sistema di videocamere urbane, insieme alle nuove tecnologie computazionali, offre un ingente potenziale di informazioni". CONDOTTI ESPERIMENTI IN GIAPPONE E CON LE TECNOLOGIE 5G TIM A MATERA Nell'ambito delle tesi sono stati condotti esperimenti nel simulatore di pioggia più grande del mondo in Giappone e sono state utilizzate le tecnologie 5G Tim a Matera, dove la ricerca continua nella sede della Casa delle tecnologie emergenti. I vincitori saranno premiati pubblicamente in occasione dell'inaugurazione dell'anno accademico che si terrà a dicembre.





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 20-10-2022 alle 13:16 sul giornale del 20 ottobre 2022 - 18 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dxgL





qrcode