Bardi ricorda Paolo Borsellino: "Esempio per tutti"

1' di lettura 19/07/2022 - Trent'anni fa la strage di via d'Amelio.

"Ricordare Paolo Borsellino, 30 anni dopo la sua tragica morte è un forte dovere personale, istituzionale e morale". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. "È anche un impegno affinché quella stagione delle stragi mafiose contro i giudici, le forze dell'ordine, lo Stato, non torni mai più. Il sacrificio di Borsellino - continua - non è stato inutile perché il suo impegno totale contro la mafia, pagato con il prezzo più alto della propria vita, è servito ad infliggere colpi molto duri al mondo della criminalità organizzata e a liberare i cittadini, le imprese, le istituzioni locali, il mondo associativo civile, dalla cappa oppressiva e del terrore, delle minacce, delle estorsioni, degli attentati. Il suo sacrificio non è stato inutile anche perché ha rappresentato un esempio e un punto di riferimento fondamentale per i giovani e per l'universo scolastico che, nel suo nome e in quello di Falcone e degli altri servitori dello Stato che non si sono piegati alla mafia, continuano a dar vita, in tutto il territorio nazionale, ad iniziative per la difesa della legalità e contro la violenza".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2022 alle 18:41 sul giornale del 20 luglio 2022 - 102 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa, Regione Basilicata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dgFn





logoEV